internet marketing e pinterest

Come usare Pinterest nel marketing online

Fra tutti i siti che stanno scalando una certa reputazione, è possibile trovare Pinterest. Questo particolare social network permette agli utenti di salvare e mettere in “Pin” i vari contenuti della rete sotto forma di collezioni e preferiti.

Indice dei contenuti

È un buon modo per predisporre delle liste di varie faccende che possono essere seguite da migliaia di persone, ma è possibile anche pubblicare contenuti completamente autonomi nel sito. È per questo che è possibile sfruttare questo posto anche per la propria campagna di Marketing, mettendo a disposizione strumenti che possono svelarsi come particolarmente adeguati soprattutto a Blog di varie categorie.

Inserire Pinterest nella strategia di marketing

Vediamo perciò di parlare di come si può sfruttare Pinterest per la nostra strategia di Marketing. Innanzitutto, è importante capire da cosa è composto un Pin:

  • parte visiva con un immagine o un video, un qualsiasi contenuto perciò che è JPG o MP4;
  • un collegamento ad un sito web che ne fa da fonte;
  • la descrizione del contenuto e del sito in questione.

Da qui si può capire che i post di questo sito sono molto semplici e non richiedono tanto impegno. È però importante che questi contenuti siano di buona risoluzione, che siano ben visibili (sia da Desktop che da Mobile) e che siano ben regolati attraverso qualche descrizione che non svela troppo e non nasconde nemmeno tutto (in fondo, si desidera sempre invogliare l’utente all’apertura). È possibile creare dei “Rich Pin” che permette di aggiungere ancora più dettagli e rendere perciò il post molto più dettagliato.

Le bacheche

Fra questi bisogna anche considerare la creazione di contenitori di Pin, che vengono anche definiti come bacheche. Queste sezioni sono un po’ più interattive, che permettono di connettere e collaborare con i vari utenti che ci seguono. Questo permette anche di creare delle “Tribù” (O Tribe, definito anche come Tailwind Tribe) con il quale è possibile partecipare a diverse sezioni che riguardano le varie preferenze delle persone.

Naturalmente quando si tratta di creare un account Business per Pinterest, bisogna tener conto di alcuni fattori chiave che possono raffigurare il Brand all’interno della piattaforma:

  • un nickname che sia facile ed intuitivo, uno che fa ricordare il Brand o che sia ovviamente chiamato esclusivamente come il Brand che rappresenta il proprio Business;
  • una piccola biografia interna al profilo che può introdurre l’azienda all’utente di passaggio, ovviamente usando parole chiave e contenuti che possono essere ricercati senza problematiche;
  • connettere un sito web che rappresenti il Brand.

Anche in questo caso lo si può confermare: bisogna sempre sfruttare una buona pratica di Keywording e SEO anche in questi aspetti, considerando che le descrizioni (e le immagini) possono essere indirizzate dal motore di ricerca. A tal proposito, Pinterest è molto utile per i contenuti d’immagini e video, considerando che viene preferito particolarmente da Google e può perciò funzionare come una connessione diretta al sito. Il tutto con ben poco sforzo!

Qualche suggerimento per usare al meglio Pinterest

Diamo ora qualche dritta. L’immagine adeguata va sempre regolata in base alla risoluzione ed il suo contenuto. Pinterest, ad esempio, è molto conosciuto per i suoi contenuti infografici, ovvero delle immagini che riportano liste e fatti accaduti. In questo caso bisogna sfruttare una risoluzione di 600×1560 considerando che deve essere grande e leggibile. Su quest’aspetto consigliamo sempre di fare qualche piccolo “giro di prova” con qualche account separato, considerando che Pinterest taglia via le immagini che possono essere troppo grandi per il Pin.

Il numero di Pin che è consigliato produrre quotidianamente è intorno ai 15, anche se però si può anche toccare i 20-30 Pin per ottenere risultati migliori. Ovviamente l’algoritmo non favorisce solo chi produce molto, ma anche chi viene molto seguito e condiviso, e chi ha parecchie Tribù al quale comunica regolarmente.

Insomma, così come ogni social network, Pinterest può richiedere una sezione all’interno del proprio Business regolata esclusivamente per questo scopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.